domenica 15 marzo 2015

Hipster al bancone del bar

A Reggio Emilia ha aperto il primo bar, con ambizioni anche da ristorante (che devo ancora provare), dichiaratamente Hipster.
Panciotti, camicia a quadretti, baffo o barba, pantalone arrotolato: la divisa del personale del Jigger (via San Carlo) è una dichiarazione di intenti. Basta poi guardarsi intorno per ammirare un locale curato nei minimi dettagli. Stupendo il bancone (che resta secondo solo a quello del 61.1 ereditato dal vecchio Savoy). Bellissimi i pezzi singoli: bicicletta a scatto fisso appesa al muro, vecchi divani e poltrone, sedie e tavoli recuperati. Nulla è lasciato al caso. Forse troppo.
Buoni i cocktail, merita una citazione la selezione di Gin.

Personalmente per l'aperitivo continuo a preferite altri locali del centro, come Prospero o il Caffé Europa (si sa, in provincia si è abitudinari e dove ci sono gli amici il vino è più buono). Ma ci tornerò, curioso di valutare la cucina, da sempre punto debole del locale, almeno dal punto di vista operativo, perché piccola e scomoda a detta di chi ci ha lavorato prima.

Complimenti in ogni caso alla crew per il rilancio e il restyling di un bar/ristorante storico, affossato dalle ultime gestioni dopo l'addio di Ricky, che da anni ha portato il suo Canale Maestro in via del Guazzatoio, all'altro estremo di piazza Fontanesi.

Nessun commento: