domenica 1 febbraio 2015

Il taccuino e l'agenda elettronica del giornalista


Il mondo della comunicazione 2.0 non può prescindere dall'agenda elettronica, dove sincronizzare impegni, appunti e riunioni con colleghi e collaboratori.
Lasciatemi però un vecchio vezzo da giornalista, il taccuino da portare sempre in tasca. Segnare un promemoria o un appunto al volo può essere uno spunto prezioso per un articolo o per presentarsi preparato alla riunione di redazione. Potrei segnare lo stesso pensiero sulle note dello smartphone, ma non sarebbe la stessa cosa. Un peccato di romanticismo, se volete.

Ricordo sempre con piacere il consiglio di un vecchio amico e cronista, un maestro nella cronaca nera: "Tieni sempre con te un taccuino piccolo, pronto a estrarlo per scrivere, ma anche a nasconderlo velocemente in tasca se la situazione si fa calda". Un consiglio grazie al quale più di una volta ho evitato guai e scalmanati. Modernità e tradizione. Agenda elettronica e taccuino. Impossibile rinunciare a entrambi.

Nessun commento: