sabato 4 febbraio 2012

Ciao Corrado


Ci sono notizie che non vorresti ricevere mai.

Corrado Chiari se n’è andato all’improvviso lunedì, come per non distubare. Sì, all’improvviso, perché per per la morte non si è pronti mai. Aveva 65 anni, uno in più di mio padre, e davvero non immaginerei un dolore più grande.

Tutti lo conoscevano per il suo impegno nel mondo del calcio come preparatore dei portieri di diverse squadre reggiane. Mille gli articoli usciti su di lui. Io ne ho invece apprezzato un altro lato, ho toccato con mano un’altra sua passione: la cucina e il mangiare bene.

Ci siamo conosciuti a una cena di Autunno di Cuoco, entrambi giurati in un contest tra chef reggiani. Che bella coppia, Corrado e l’amata moglie Paola Ligabue, professionista infaticabile ma anche cuoca sopraffina. Passammo una serata che ancora ricordo con affetto, parlando di buona tavola, vini e segreti di cucina. Paola è una delle anime delle Congrega dei Liffi e Corrado non era da meno in quanto a competenza e gusto.

A Paola, alle tre figlie e all'amico Luca va ora il mio abbraccio più sincero.
Siate forti. Lui avrebbe voluto così.

Nessun commento: