martedì 31 gennaio 2012

mercoledì 25 gennaio 2012

Live on Radio Rumore

Ragazzi, dalle 19 alle 20 sarò in diretta con la Je e la Vale, ospite de Ladomenicatilasciosempresolo di Radio Rumore, la web radio dell'Università di Modena e Reggio Emilia.

Parleremo di Reggiana, ma anche di basket e di volley. Il tutto tra una canzone e l'altra. Le ragazze, che ringrazio per l'invito, mi hanno chiesto di selezionare cinque canzoni.

Quali ho scelto? Curiosi! Seguiteci e lo scoprirete.

(clicca qui seguire la diretta)

lunedì 16 gennaio 2012

Reggiana, la cura Zauli funziona. Matteini, Gurma e i panni sporchi dello spogliatoio

Dal (mio) blog Oblò sul sito www.linformazione.com
***
Il calcio di rigore realizzato da Alessi per il definitivo 2-0
"Reggiana padrona del campo". Ieri pomeriggio a Monza ho pronunciato questa frase per la prima volta dall'inizio del campionato. La cura Zauli funziona. Con il nuovo tecnico la Reggiana ha conquistato la seconda vittoria in altrettante partite (2-0 corsaro al Brianteo), un percorso netto dall'inizio del girone di ritorno che ha risvegliato l'entusiasmo della piazza.
Ad onor del vero, il Monza non è certo la squadra più tosta del torneo. La sfida di domenica prossima contro il Benevento (appuntamento al Giglio e in diretta/streamingcon Radio Erre 95 fm) sarà un test assai più probante.
Resta una miccia accesa, ad alimentare una mina che, se scoppierà, metterà a dura prova lo spogliatoio granata. Se con Mangone in panchina c'era un gruppo di scontenti guidato da LannaRossi (in gol al Brianteo) e (in parte) Zini; ora dietro la lavagna sono finitiMatteini (nemmeno convocato per Monza) e Gurma (alla seconda panchina). Zauli è stato chiaro: gioca chi si impegna e chi dimostra di avere fame, senza sconti. Ci sta. A volte però è meglio lavare i panni sporchi in famiglia.

venerdì 13 gennaio 2012

Monza-Reggiana in diretta / streaming

Dal (mio) blog Oblò sul sito www.linformazione.com
***


Seconda giornata del girone di ritorno in Prima Divisione. Domenica 15 gennaio la Reggiana cercherà gloria sul campo del Monza, con l'obiettivo di dare continuità alla vittoria di domenica scorsa contro il Pavia.

Spazio a Rossi in attacco (Gurma, scontento, potrebbe essere ceduto) e ad Ardizzone a centrocampo. In difesa Zauli faccia quello che vuole, ma non tocchi Aya.

Per chi non potrà seguire la truppa granata in Brianza, l’appuntamento è come sempre in diretta sulle frequenze di Radio Erre 95fm, anche in streaming (clicca qui).

Stay tuned!

lunedì 9 gennaio 2012

Reggiana, la vittoria è un brodino


Dal (mio) blog Oblò sul sito www.linformazione.com
***
Ricapitoliamo. Prima di Natale la Reggiana ha esonerato Amedeo Mangone, che ha pagato una classifica deficitaria e quattro sconfitte consecutive. A quel punto il presidenteAlessandro Barilli ha annunciato di voler affidare la panchina a Salvatore Lanna, ben disposto ad appendere le scarpette al chiodo per dirigere i compagni. Ma l’ex difensore del Chievo non ha il patentino, così la società si è messa alla ricerca di una testa di legno da spedire in panchina. Una scelta spiegata, ribadita e difesa anche in diretta su èTv Teletricolore. Dopo mille rifiuti, ecco arrivare Lamberto Zauli, altro ex calciatore dal passato illustre.
Narrano le cronache che Lanna fosse già pronto a dirigere il suo primo allenamento quando il presidente gli ha comunicato che si sarebbe sì seduto in panchina, ma come vice. Sopresa. Comanda Zauli (sbarcato in città con una coda di chiacchiericcio legato al prossimo impegno del ricco suocero come sponsor granata).
Lanna è stato un signore ed è rimasto al suo posto. Nessun commento pubblico fuori luogo, ma orecchie indiscrete hanno sentito volare parole grosse tra l’ex difensore e Barilli. Metteteci poi la cessione del gioiellino Bovi al Cagliari condotta dal presidente scavalcando il direttore generale (e responsabile dell’area tecnica) Tito Corsi, e il quadro di un periodo natalizio tutt’altro che sereno è completo.
La vittoria contro il Pavia (leggi L’Informazione di Reggio 1 / 2 / 3) è stata la miglior medicina per i tanti mal di pancia. Un bel brodino. Barilli, parlando in sala stampa della situazione e della squadra, si è lasciato scappare la parola “allenatori” (al plurale), salvo poi ribadire che al timone c’è Zauli e liquidare la telenovela natalizia con un “tanto non interessa più a nessuno”.
E Zauli? Spezziamo una lancia a suo favore: non è stato accolto nel migliore dei modi da piazza e stampa; ma dopo la partita avrebbe potuto evitare un certo atteggiamento di sfida e di scontro, in particolare rispondendo alle domande legittime del collega Wainer Magnani della Gazzetta di Reggio. La vittoria era l’unica cosa importante della giornata, vero; ma il mister non ci venga a raccontare né a spiegare quanto abbia giocato bene la Reggiana. La strada è ancora lunga.