giovedì 28 aprile 2011

Cento bastardi senza gloria


Da leggere.

***
IL BRACCIALE DI STERLINE.
Cento bastardi senza gloria. Una storia vera di guerra e di passioni.
(Aliberti 2011, euro 18 pg. 352)
La vera storia di cento uomini e donne che, da tutta Europa, scesero dal cielo e dai sentieri dell'Appennino Reggiano, guidati dalle magiche note di una cornamusa scozzese, per attaccare a Botteghe d'Albinea il quartier generale della Linea Gotica.
Il loro coraggio contribuì ad accelerare l'avanzata degli Alleati, la fine della guerra e della dittatura nazifascista. In quell'inferno due bambine reggiane Sandra e Silvia ricevettero in dono due bracciali di sterline.  

Da Operazione Tombola – nome in codice dell’operazione segreta – nacquero cinque amori per la vita. 

Sessantasei anni dopo, grazie ad internet, il filo d'Arianna della storia, dalla Scozia all'Italia, dall'Australia agli Stati Uniti, riunisce dieci protagonisti di allora: si intrecciano così amori, ideali, sogni, e come in una favola quei  bracciali rivelano alle due bambine di allora, diventate nonne, la storia di due coraggiosi soldati.
I CENTO BASTARDI SENZA GLORIA: Il libro narra le gesta e le vite di cento bastardi senza gloria che diedero vita ad "Operazione Tombola"  che unì uomini e donne inquadrati nel Battaglione Alleato provenienti dalla missione Envelope del SOE, il servizio segreto di guerra britannico, dal 2° reggimento Special Air Service che aveva in seno soldati scelti da Inghilterra, Scozia, Rhodesia, Norvegia, Spagna, e partigiani italiani, greci, olandesi, polacchi, russi, disertori tedeschi ed austriaci inquadrati nella squadra speciale Gufo Nero guidata da "Gordon" Glauco Monducci , nella 26a Brigata Garibaldi di "Gianni" Giovanni Farri e nel Battaglione Russi di Viktor Pirogov "Modena". Al loro fianco una squadra di una decina di indomite staffette della squadra Gufo Nero. 
352 pagine3 mappe40 foto d'epoca con i protagonisti, documenti, bibliografia. 
Per la prima volta, grazie ad una ricerca durata anni che è alla base di questo romanzo storico, ricostruiti tutti i nomi del Battaglione Alleato nato ed operante sull' Appennino Reggiano-Modenese, 2° Special Air Service, squadra Gufo Nero, 26a e 145 Brigata Garibaldi e Battaglione Russi impegnati in Operazione Tombola. Quaranta Biografie dei quaranta personaggi principali del libro.
Gli autori.
Matteo Incerti è nato a Reggio Emilia nel 1971. Giornalista, collabora con «il Fatto Quotidiano», Radio Bruno, «Il Resto del Carlino», «Qn», Reggionelweb.it e il blog di Beppe Grillo. Dal 1996 al 2001 ha vissuto nei Paesi Bassi, da dove è stato corrispondente free lance per «Il Gazzettino».
Valentina Ruozi è nata a Coreggio (Reggio Emilia) nel 1989, e studia presso la facoltà di Economia e marketing internazionale dell'Università di Modena. Giornalista free lance e interprete, collabora con la «Gazzetta di Reggio» dal 2008. 

DAL 28 APRILE IN TUTTE LE LIBRERIE

Sostenete Piergiorgio Casotti e Arctic Spleen

Io sostengo Pier. Fatelo anche voi.

***
ARCTIC SPLEEN - LIBRO E DOCUMENTARIO

Vorrei invitarti a visitare la campagna di sostegno (crowd-funding) per terminare il mio progetto foto/video ARCTIC SPLEEN.
Tutti i dettagli possono essere visti sul sito del progetto oppure sul sito della campagna IndieGoGo.


http://www.indiegogo.com/project/badge/24856?a=121577

Come funziona
Se ti piace l'idea ed il tema e vuoi sostenere la realizzazione del libro e del documentario puoi donare quanto credi e puoi contribuire qui.

In base al tuo contributo riceverai, oltre ai miei più sinceri e sentiti ringraziamenti, un regalo in cambio.
Sono diversi i livelli, ad esempio una cartolina postale con una foto del progetto, una foto A3 firmata da me, il libro autografato (appena sarà terminato) e altre cose. E' un modo per non chiedere contributi "a fondo perduto". 

Se non riesci a contribuire puoi comunque aiutare spargendo la voce a persone che credi potrebbero essere interessate.

Grazie per il supporto.

Puoi trovare ulteriori informazioni qui:
www.piercasotti.com/spleen/home.html

martedì 19 aprile 2011

On the road


Gambe in spalla e corsetta al parco delle caprette. Si parte alle 12,30. Mi riconoscerete, perché sarò vestito in modo improponibile. Poi pesi alla Virgin.
Questa giornata la dedico a me, ma non solo...

martedì 12 aprile 2011

Tempi maturi

I tempi sono maturi per fare il grande passo e sostituire le gomme da neve con quelle tradizionali. Come ogni anno, ho aspettato fin troppo. All'ora di pranzo, nel parcheggio della palestra, ho avvertito distintamente un sinistro odore di bruciato... 25 gradi sono decisamente troppi per pneumatici invernali!

lunedì 11 aprile 2011

iPhone sul lavoro: si può

Chi ha detto che l'iPhone è solo uno splendido giochino?

Per lavoro vivo con il telefono in mano e per molti aspetti la Mela (sempre sia lodata) sta risultando più utile del vecchio Blackberry.

Registratore vocale e gestione delle email altrettanto funzionali, fotocamera super, possibilità di prendere appunti agilmente e di condividere qualsiasi contenuto, codici e leggi sempre in tasca, un browser degno di questo nome, hotspot WiFi d'emergenza sempre disponibile, la miglior chiavetta usb (anzi, hard disk esterno vista la capacità), navigatore, scanner, fax, senza parlare delle app di news. La sincronizzazione con l'iMac di casa poi è un gioco da ragazzi.

Unico difetto? La batteria. Premessa doverosa: frusto il telefono più di un fantino il proprio cavallo sul rettilineo d'arrivo. Il Bb aveva energie infinite, mentre l'iPhone necessita di una flebo almeno una volta al giorno.

giovedì 7 aprile 2011

In centro si griglia di brutto


Chi ha detto che non si può organizzare una super grigliata in pieno centro storico? Trenta amici, Mister Nonsoloaria superbo cerimoniere, ciccia, birra e partita proiettata su un muro extralarge. Ok, lasciamo stare il risultato...


Dulcis in fundo, per rendere più dolce la serata dopo un sonoro 3-0 che ha fatto felice solo metà del cielo, ecco cosa ha messo davvero tutti d'accordo placando le tensioni da stadio.