giovedì 9 dicembre 2010

Le 30 candeline del principe

Prenotare il ristorante a 45 chilometri da casa senza sapere come raggiungerlo e in quanti. Disdire la prenotazione due ore prima colti da un (prevedibile) attacco di "culo peso". Trovarsi al solito bar a prendere l'aperitivo. Sfondarsi di salame e vino rosso. Passare in rassegna tutti i ristoranti del centro e rifugiarsi in Spaghetteria dopo la solita telefonata "siamo in dieci, stiamo arrivando". Gozzovigliare (brutta cosa la confidenza...). Giocare come putìn con l'ultima app dell'iPhone di Mister Nonsoloaria. Andare alla cassa e scoprire che tanto pagheremo poi. Uscire e fare fiera in mezzo alla strada. Essere guardati con compassione dai vecchietti che si affacciano alla finestra fingendo fastidio (felici in realtà di dimenticare per un secondo la loro annosa insonnia). Trovarsi a fare le 4 guardando un improbabile film horror spiaggiati sul divano. Riflettere sul fatto che "in fondo, non si è bevuto neanche tanto... solo sette bottiglie in dieci".
Buon compleanno, principe!

Nessun commento: