giovedì 30 dicembre 2010

La battaglia

Stare ore davanti a una porta chiusa, trattenendo il fiato ogni volta che si apre. Il tempo, in certe circostanze, non passa davvero mai. Difficile lottare contro un nemico invisibile, subdolo, che approfitta del silenzio per divorarti dentro. Servono misure drastiche, che mettono a dura prova il fisico e la mente.
Mi sono accorto che diventa difficile anche solo pronunciare la parola tumore. Basta scriverla per sentire un brivido di paura correre lungo la schiena. Cosa è il sinonimo più gettonato anche in corsia, parlando con i vicini di letto e i parenti in visita. I medici vanno invece sul tecnico, come se una radice greca o una parola composta rendessero meno cupo il quadro di angoscia e terrore. La battaglia è iniziata. Per ora vincono "i nostri".
Mamma, non ti arrendere!

2 commenti:

stefania vecchi ha detto...

QUALUNQUE COSA ACCADRà io e CHRIS TI SAREMO SEMPRE ACCANTO.ti voglio bene...un abbraccio ed una preghiera...

fra.ste. ha detto...

Forza, qui si è con Voi!