martedì 21 settembre 2010

Particolari

Serata di lavoro, aspettando la cronaca di un duplice omicidio dai colleghi di Modena, con prima pagina e locandine da finire, riflettendo su come questo mestiere sia più esigente di una moglie in termini di disponibilità, tempo e risorse.
Ho scattato una foto a un particolare della mia scrivania. C'è tutto quello che mi serve e che mi descrive: una battuta da sandrone, tanta autostima, un pizzico di memoria storica, il giusto disordine, il telefono e l'immancabile bottiglia d'acqua per fronteggiare gli sforzi sulla tastiera.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Buon lavoro da tua moglie..virtuale...qualcuno mi deve spiegare perchè ultimamente c'è un'impennata di omicidi!!!Io ho già la risposta nel cassetto.Un abbraccio ...in attesa di poter leggere l'informazione al mio risveglio.Tieni acceso il cellulare..a volte piovono notizie dal cielo..