lunedì 14 dicembre 2009

Silenzio e coraggio

Certe notti capita anche di non avere voglia di tornare a casa, ma di voler godere del silenzio della redazione senza telefoni che squillano e giornalisti che viaggiano a mille per rispettare i tempi della tipografia. Tutte le pagine sono andate. Stremato, ma con la mente libera da pensieri, appoggio le mani sulla tastiera e condivido con voi questo momento.
Oggi avrei voluto tanto fare una telefonata a Mister LA, ma il tempo è volato. Ho rimediato con un sms. Poche parole bastano quando c'è stima e affetto fraterno. Domani sarà il primo di tre giorni importanti. Falli neri, amico mio.

Nessun commento: