domenica 26 luglio 2009

Capolavoro Pellegrini: oro e record

Elegante, bellissima, Federica Pellegrini ha incantato Roma, l'Italia, il mondo intero e il vostro cronista con una gara perfetta. Oro mondiale e nuovo record dei 400 stile libero abbattendo il muro dei 4': 3'59"15.
Grazie.
Foto Gazzetta.it

sabato 25 luglio 2009

Il riscatto di Cleri

Che emozione l'oro vinto da Valerio Cleri ai Mondiali di nuoto. Nel mare di Ostia l'azzurro ha chiuso i 25 chilometri del percorso in 5h26'31"6, prendendosi la miglior rivincita dopo l'amaro quarto posto nella 10 chilometri di mercoledì scorso, con il tira e molla per il bronzo con l'americano Francis Crippen che aveva sbagliato l'ingresso verso il traguardo.
Foto Reuters da Corriere.it

venerdì 24 luglio 2009

Eredità Agnelli: respinte le richieste della figlia Margherita

da Corriere.it
«INAMMISSIBILI»: SENTENZA A NOVEMBRE
Eredità Agnelli: respinte
le richieste di Margherita

Bocciati i 48 capitoli di prova presentati dalla figlia dell’Avvocato

MILANO - Il tribunale di Torino ha dichiarato inammis sibili tutti i 48 capitoli di pro va (testimoni compresi) pre sentati da Margherita Agnelli de Pahlen nella causa contro la madre, Marella Agnelli e contro i manager Gianluigi Gabetti, Franzo Grande Stevens e Siegfried Maron. L’ordinanza, resa nota dall’Ansa , è stata depositata ieri. Il tribunale ha inoltre re­spinto tutte le istanze di esibi zione di documenti proposte dalla figlia dell’Avvocato nei confronti dei quattro e di 15 banche italiane ed estere.

È un colpo durissimo al l’enorme lavoro investigativo prodotto dai legali e dai consu lenti di Margherita a partire dal giugno 2007, quando la causa partì. Marella era stata citata in giudizio in quanto fir mataria, con la figlia, degli ac cordi del 2004 che avrebbero dovuto chiudere definitiva mente il contenzioso nato sul l’eredità dell’Avvocato. Margherita invece si ritiene dan neggiata dai patti ereditari e chiede che vengano annullati. I tre uomini di fiducia, che ave vano lavorato per molti anni a fianco di Giovanni Agnelli, fi no alla sua morte nel gennaio 2003, sono stati coinvolti nel la causa come presunti gestori del patrimonio privato dell'Av vocato. Margherita chiede, in particolare, che il tribunale or dini ai tre manager di predi sporre un rendiconto comple to del patrimonio dell’Avvoca to, nella presunzione, tra l’al tro, che una parte sia stata oc cultata. La causa andrà probabil mente a sentenza il 12 novembre pros simo quando è pre vista la prossima udienza. E tutto è ancora possibile.

La deci sione resa nota ieri con il deposito del l’ordinanza è pura mente tecnica ma è chiaro che toglie munizioni a chi at tacca (Margherita) e conte stualmente facilita il lavoro della difesa. Senza per altro en trare nel merito della questio ne, ovvero i dubbi, gli interro gativi e le accuse di Margheri ta, che restano agli atti. Però non è un caso che dal riserbo torinese trapeli la sod disfazione di Gabetti e Grande Stevens per la scelta del giudi ce Brunella Rosso di andare a sentenza. È chiaro che la vicen da giudiziaria si chiuderà, co munque, in tempi rapidi. E già questo è un obiettivo rag giunto per Gabetti & C che hanno sempre mal sopportato (di questo vi è traccia eviden te anche negli atti) l’atteggia mento molto comunicativo di Margherita. Nell’ordinanza vi è un riferi mento a 15 banche italiane ed estere per le quali Margherita chiedeva l’ordine di esibizio ne dei conti ritenendoli colle gati alla successione: è una delle istanze respinte. Per la cronaca si tratta di due ban che italiane, una francese, una canadese, una del Liechten stein, una lussemburghese, una olandese e otto svizzere. Per dare l’idea del livello dello scontro in atto, Marghe rita aveva anche chiesto al giu dice che venisse ordinato ai tre manager l’elenco delle do nazioni, gratuite e onerose, eventualmente fatte da Gian ni Agnelli a favore della mo glie, cioè sua madre. Richiesta respinta come tutte le altre e appuntamento a novembre.
Mario Gerevini

giovedì 23 luglio 2009

Sposa una pornostar: licenziato

da Corriere.it
LA CONSORTE SI CHIAMA ANABELA MOTA, MA NEL SETTORE È CONOSCIUTA COME JAZELLA MOORE
Licenziato perché la moglie fa la pornostar
E' accaduto a Scott Janke, un manager del comune di Fort Myers in Florida

MILANO - Scott Janke, un dirigente dell’amministrazione di Fort Myers, in Florida, non ha tradito la moglie, non ha neppure avuto una relazione con una delle sue collaboratrici. No, semplicemente si è sposato. Ha scelto, tuttavia, una compagna con un impiego molto particolare. E per questo è stato licenziato.

LA SCOPERTA - Janke manager del comune di Fort Myers, piccola cittadina degli Stati Uniti con 6.500 abitanti, nella Contea di Lee, in Florida, ha sposato lo scorso anno la compagna della vita. La sua vita lavorativa, però, ora è in difficoltà. Il motivo: la moglie, che si chiama Anabela Mota, fa la pornostar. E dopo che la notizia è giunta anche alle orecchie del sindaco e dei componenti del consiglio comunale Janke ha dovuto lasciare il lavoro. Il consiglio comunale di Fort Myers Beach ha infatti convocato martedì sera una «seduta d’urgenza». Unico punto all’ordine del giorno: interrompere il rapporto lavorativo con Janke. Poche ore prima avevano infatti scoperto che la consorte dell’uomo è una nota pornostar. Il voto è stato unanime: 5 componenti si sono espressi a favore di un licenziamento «immotivato» del collaboratore.

IL LICENZIAMENTO - «Abbiamo fatto il possibile per non dover giudicare», ha spiegato il primo cittadino Larry Kiker alla Associated Press. «Non si tratta di un fatto che riguarda lui o la moglie, ma l’intera città». Kiker ha spiegato ai media che l’amicizia con Janke «non si è dissolta a causa di questa vicenda», aggiungendo che una clausola nel suo contratto permette effettivamente di licenziarlo con un voto di maggioranza e «senza giusta causa». Tuttavia ha aggiunto il sindaco «l’impiegato non ha fatto nulla di illegale, ma visto che abbiamo diversi progetti importanti in cantiere, niente può andare storto». Per Janke dunque solo una modesta buonuscita - il suo salario sarà garantito per i prossimi sei mesi. Lui ha già contattato gli avvocati per vagliare la possibilità di intentare una causa. Una cosa, però, è certa: nulla lo farà dividere da Anabela Mota, conosciuta nell'ambito hard col nome di «Jazella Moore». «Non abbiamo motivo per vergognarci. Ora vogliamo solo stare in pace con i nostri tre figli», ha detto la coppia.
Elmar Burchia

mercoledì 22 luglio 2009

Super Soldini sull'Atlantico

Lo so, andiamo fuori tema, ma Soldini è e resta un grandissimo.

***
da Corriere.it
NELLA REGATA IN DUE TAPPE DALLA FRANCIA ALLE AZZORRE
Soldini e Fauconnier, successo Atlantico
Sul 40 piedi Telecom vincono la Les Sables-Horta-Les Sables, due tappe al comando: «Barca perfetta»

MILANO - Giovanni Soldini e Karine Fauconnier, a bordo del 40 piedi Telecom Italia, poco prima delle 2 di mercoledì, hanno tagliato per primi il traguardo a Les Sables d'Olonne, vincendo così l'edizione 2009 della Les Sables-Horta-Les Sables, la regata velica in doppio dalla Francia alle Azzorre e ritorno, con un percorso complessivo 2.540 miglia. La seconda tappa, partita il 15 luglio scorso da Horta, è stata percorsa da Telecom Italia in 6 giorni, 5 ore 39'32", alla media di 8,49 nodi.

INTESA A BORDO - Soldini e Fauconnier hanno vinto entrambe le tappe, mantenendo sempre il comando della flotta dei Class 40, nonostante qualche imprevisto, come un tronco d'albero che ha urtato lo scafo nella parte finale della seconda tappa. Il tempo totale di percorrenza delle due frazioni è stato di 12 giorni 17 ore34', ad una media di 8,32 nodi. «Siamo molto contenti, meglio di così non potevamo andare - ha detto via telefono lo skipper Giovanni Soldini ad Apcom una volta arrivato in banchina- . Siamo stati davvero bravi a navigare e poi con Karine ci siamo trovati d’accordo sulle scelte, il che è stato molto importante. E poi devo dire che la barca è davvero perfetta, non ci ha dato nessun problema».

domenica 19 luglio 2009

A casa con Lampedusa negli occhi

Rieccomi a casa, o per meglio dire al lavoro. Le vacanze sono finite. Non se ne riparlerà - salvo brevissime parentesi - fino a settembre. A Reggio si respira un'aria strana. Vedremo...

Tornando alle vacanze, personalmente resto convinto che Lampedusa sia un'isola incantevole che continuerò a visitare anche negli anni a venire. Mi sbilancio: a meno di due ore d'aereo offre spiagge e mare senza rivali nel Mediterraneo.

sabato 11 luglio 2009

(ari)Chiuso per ferie

Chiuso per ferie (sì, di nuovo). Prossimo aggiornamento non prima di lunedì 20 luglio.

martedì 7 luglio 2009

Tra Salento e realtà

Riemergo dopo oltre una settimana di assenza, fatta di Puglia e di triste rientro al lavoro. Negli ultimi tempi ho un po' trascurato il blog. Lo so, non è la prima volta che lo dico. Ma è così.
E' il giorno dei funerali di Michael Jackson, del G8 e delle vittime innocenti del disastro ferroviario di Viareggio. E' anche il giorno della delusione per il comportamento di certe persone. Nessuno che possiate immaginare, davvero, così evito di offendere la sensibilità della regina di via Aristotele, a sua volta al centro di alcune incomprensioni nelle ultime settimane.
Durante il soggiorno in Salento (grazie a Fillo per l'ospitalità, a Chicco e a Eddy per i loro gavettoni d'acqua gelata) ho avuto modo di riflettere e di confrontarmi con persone che stimo molto. Ho anche conosciuto un personaggio straordinario, ma di questo vi parlerò un'altra volta.
Stay tuned!