mercoledì 6 maggio 2009

Tribunale di Roma, notti in fila per lavorare

da Tgcom.it
Avvocati,notti in fila per lavorare
Tribunale Roma, situazione al collasso
Tutte le notte in fila davanti al cancello dell'Utep, l'ufficio notifiche di Roma, che si occupa di registrare ogni tipo di procedura, dagli sfratti ai ricorsi per le multe. E' il calvario cui si sottopongono avvocati giovani e anziani, ma anche prestanome ed extracomunitari che danno la loro disponibilità per notificare atti intestati a terzi. Il caso di "mala-giustizia" è segnalato dal "Corriere della Sera".

Il quotidiano milanese evidenzia come la situazione, di fronte al civico 52 di Viale Giulio Cesare, sia giunta a livelli insostenibili. Dal lunedì al venerdì, decine persone assoldate da agenzie di servizio si accalcano fuori dall'ufficio in attesa dell'apertura, alle 8 del mattino. Immancabili i "furbi che gestiscono liste fantasma di nominativi per dare la precedenza al migliore offerente". Risultato, una situazione critica cui cercano di far fronte, senza ottenere grandi risultati, i vigilantes dell'Utep: "Diamo 150 numeri alle 8 e altri 100 alle 12", dicono. L'Associazione nazionale magistrati e Organismo unitario dell'avvocatura italiana - secondo quanto riporta il Corriere - ha proposto al ministro della Giustizia Angelino Alfano di fare un tour notturno davanti al tribunale civile di Roma per "vedere lo sconcio della fila... E poi iniziamo a parlare di efficienza del sistema giustizia". Si attendono le mosse del Guardasigilli.

Nessun commento: