mercoledì 27 maggio 2009

I giudici: Mentana torni a Matrix

da Repubblica.it
Il giudice del Lavoro ha dichiarato illegittimo l'allontanamento e ha ordinato il reintegro alla conduzione
Il giornalista si era dimesso per il caso Englaro. La Rti condannata anche al risarcimento del danno
I giudici: Mentana torni a "Matrix"
Mediaset: faremo appello


ROMA - Enrico Mentana deve tornare a condurre Matrix. Lo ha disposto il tribunale di Roma ordinando il reintegro del giornalista alla guida del programma di approfondimento in onda su Canale 5. Mediaset ha definito la sentenza "sorprendente" e ha annunciato che ricorrerà in appello.

Il giudice del Lavoro Guido Rosa ha dichiarato illegittimo il licenziamento di Enrico Mentana e ha ordinato alla Rti di reintegrarlo nel posto di lavoro con le mansioni di realizzatore e conduttore del programma Matrix, condannando inoltre l'azienda al risarcimento del danno, il cui valore non è stato ancora quantificato.

"Mediaset prende atto della sentenza, a nostro avviso sorprendente, emessa dal tribunale di Roma nella causa intentata da Enrico Mentana contro il nostro gruppo", si legge in una nota. "Attendiamo di conoscere nel dettaglio le motivazioni della stessa, non ancora depositate dai magistrati, ma fin d'ora rendiamo noto che appelleremo questa decisione in tutte le sedi competenti".

Il giornalista, difeso dagli avvocati Domenico e Giovanni D'Amati, aveva sostenuto di essere stato "dimissionato" e pertanto illegittimamente licenziato, per avere criticato la decisione editoriale di mantenere inalterata la programmazione di Canale 5 in occasione della morte di Eluana Englaro, avvenuta la sera del 9 febbraio scorso. Malgrado le proteste di Mentana, che chiedeva di andare in onda con il suo programma in prima serata, Mediaset ha deciso di non toccare la puntata del Grande fratello che è andata regolarmente in diretta. Nel giro di poche ore si è consumata la vicenda: verso le 22 il conduttore ha presentato le dimissioni che in tarda serata sono state accettate dall'azienda.

Mentana ha sempre sostenuto di essersi dimesso dalla direzione editoriale di Mediaset, ma aveva contestato la concomitante decisione dell'azienda di sostituirlo alla conduzione di Matrix. Sostituzione avvenuta poche settimane dopo il suo allontanamento da Mediaset, con l'arrivo di Alessio Vinci, già corrispondente da Roma della Cnn.

1 commento:

Anonimo ha detto...

mentana che resti a casa cosi' almeno la finisce di urlare