mercoledì 4 marzo 2009

Desecretati i diari di Claretta Petacci

da Tgcom.it
Il duce: "Schiavo della tua carne"
Desecretati i diari di Claretta Petacci

E' un Benito Mussolini innamorato quello descritto nei diari intimi di Claretta Petacci. Gli scritti, desecretati 70 anni dopo, riferiscono minuziosamente della quotidianità del duce 54enne e della 25enne sua amante preferita. Non rivelano retroscena politici, ma mostrano che lui, in quel cruciale 1938, le telefonava decine di volte al giorno e le diceva: "Come puoi pensare che io, schiavo della tua carne e del tuo amore, pensi ad altre".

Alcuni passi del diario di Claretta, vera e propria grafomane, sono stati ripresi dal settimanale "Oggi". Tra le righe si legge chiaramente che lei era innamoratissima del suo Benito. "Una passione febbrile, - scrive Mauro Suttora del settimanale - totale, che ha divorato per anno ogni ora delle sue giornate. Leggendo il diario, si capisce come pochi anni dopo si sia fatta fucilare con Mussolini".

Si immagina lui che interrompe le trattative con il premier inglese Winston Churchill per chiamarla al telefono e raccomandarsi che esca un'ora a prendere un po' di sole. I due si erano conosciuti nel '32, fanno l'amore dal '36. Il diario, del '38, rivela che la vita di lei avesse senso solo nel riflesso di quella di lui.

Il diario parla anche dei loro incontri, di lei che insiste per vederlo, tra un impegno e l'altro - governare il Paese e presentarsi al balcone di piazza Venezia reclamato dalla folla - anche solo da lontano, a teatro.

Il 5 gennaio 1938 il duce dichiara: "Lo sai amore, ieri sera a teatro ti ho spogliata per tre volte almeno. Quando mi sono alzato i piedi dietro a mia moglie sentivo di prenderti. Avevo un folle desiderio di te. Mi dicevo: Il suo piccolo corpo, la sua carne di cui sono folle, domani sarà ancora mia".

Nessun commento: