giovedì 28 febbraio 2008

Mafia, libero il figlio di Riina per scadenza dei termini

La Corte di Cassazione ha disposto la scarcerazione, per scadenza dei termini, di Giuseppe Salvatore Riina, figlio terzogenito del boss di Corleone Totò Riina, detenuto al 41 bis a Sulmona. Riina jr dovrebbe essere liberato a breve. Soddisfazione è stata espressa dall' avvocato di Riina, Luca Cianferoni.

Colpevole?

Da due giorni penso all'orrore di Gravina di Puglia, alla morte terribile dei due fratellini (agghiacciante il particolare dei segni delle unghie sulle pareti del pozzo). Secondo il legale del padre, l'avvocato Angela Aliani, Ciccio è caduto per primo e Tore ha cercato di salvarlo.
Dovesse prendere forza l'ipotesi dell'incidente, qualcuno dovrà spiegare al padre Filippo Pappalardi perché è finito in carcere con l'accusa di essere l'assassino perfetto.
Le risposte ai tanti interrogativi ancora in piedi arriveranno dall'autopsia i cui esiti sono attesi entro un mese.

martedì 26 febbraio 2008

Sanremo 2008, chi l'ha visto?


Io non ho visto Sanremo. Voi?
A chi l'onore e l'onere del primo commento?
(foto Newpress da www.corriere.it)

lunedì 25 febbraio 2008

Gravina, trovati in un pozzo i cadaveri dei fratellini scomparsi

GRAVINA IN PUGLIA (BARI) - Nel pozzo dove è precipato un ragazzino di 13 anni, i soccorritori hanno trovato i resti dei due fratellini Pappalardi, Francesco e Salvatore scomparsi nel giugno di due anni fa. "Per le condizioni dei corpi e per il tempo trascorso riteniamo che i resti umani trovati nel pozzo siano quelli di Francesco e Salvatore", ha detto il questore di Bari Carlo Maria Speranza. Uno dei due cadaveri mummificato indossava ancora un paio di pantaloni bianchi mentre l'altro una maglietta arancione del tutto simili a quelli indossati dai fratellini il giorno della scomparsa.

da http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/cronaca/gravina-pozzo-bimbo/gravina-pozzo-bimbo/gravina-pozzo-bimbo.html

Matrimoni scoppiati


sabato 23 febbraio 2008

Parmiggiani über alles

Citazione coltissima dell'amico Gian.

***
da www.ciropiccinini.it

ODE SENZA LODE AI GIOVINI REGGIOEMILIANI
(Beati monoculi in terra caecorum)
Scavano vasche indefessi,
esche fesse, abbacinati
dal diurno luccichìo.
Ninnoli in vetrina tra
viuzze in latrina. Chiamano ritmi
sociali invece
quel notturno tremolìo
speso sfregandosi e (corpi) fregandosi
in riserve tribali.
Solcano avanti e indietro,
tra S.Stefano e S.Pietro
misconoscendo porte e mura,
protomartire e pietrastipite
della cristianità.
Beansi gli spirti almeno
di scimmiottare (locus amoenus),
omobeoti, orientali ancestralità.
E tanto basta. Anima cede
a energia, nextagisti al
ribasso, sradicate leggi del
contrappasso, auspicano
sui cubi buoni uffici
e praticano flop-dance,
flap-decadence, lap-insurance.
Zombies in trance,
corpi a brandelli, urbani zimbelli,
guardoni che non vedono.
Occlusi gli occhi polifemici
da infissi calatravici.
(GIANFRANCO PARMIGGIANI)

venerdì 22 febbraio 2008

Segreti di pulcinella

Tanto per non sbagliare, Berlusconi mette le mani avanti e annuncia che in caso di pareggio non avrà problemi pronto a sedersi a un tavolo con i rivali.
Era davvero un segreto?

Venti di guerra sui Balcani

Nel pomeriggio, dopo che per le strade della capitale erano sfilate pacificamente 500mila persone per dire il «Kosovo è Serbia», alcune centinaia di giovani hanno attaccato le ambasciate degli Usa, della Croazia, del Belgio, della Bosnia-Erzegovina, della Turchia e del Canada. Secondo la tv serba un cadavere carbonizzato sarebbe stato ritrovato all’interno dell’ambasciata degli Stati Uniti. Belgrado non ha digerito la secessione di Pristina. Sui Balcani tornano a soffiare venti di guerra.
E l'Italia? Da sempre ponte privilegiato per gli interventi di Nato e Kfor, ha già riconosciuto il nuovo Stato come buona parte del mondo occidentale.
L'equilibrio reggerà?

giovedì 21 febbraio 2008

Cadavere a pezzi sull'A22

Killer spietato o l'ennesima brutta storia legata al lavoro nero?
Questa Italia fa sempre più paura.

da www.corriere.it
Un giovane uomo decapitato nei pressi del casello di Chiusa, a nord di Bolzano
GIALLO SULL'AUTOBRENNERO: CADAVERE A PEZZI TROVATO IN UNO SCATOLONE
Vestito con una tuta blu da operaio e avvolto come una mummia da nastro adesivo da pacchi
BOLZANO - Il cadavere senza testa di un uomo è stato trovato all'interno di uno scatolone lungo l'autostrada del Brennero nei pressi del casello di Chiusa, a nord di Bolzano. Il ritrovamento è stato effettuato da un addetto dell'autostrada che stava lavorando all'altezza del chilometro 50 per operazioni di disboscamento.
TUTA BLU - Lo scatolone, di circa 80 centimetri di lato, si trovava poco oltre il guard rail. Il comandante locale della polizia stradale, Nazzareno Sabbatini, ha reso noto che il cadavere è avvolto quasi come una mummia da nastro adesivo per pacchi. Dai primi rilievi condotti dalla scientifica - ha detto il pm di Bolzano, Axel Bisignano - si tratta del cadavere di un giovane uomo. Il magistrato ha anche spiegato che la salma è vestita con una tuta blu, di quelle usate dagli operai, intorno alla quale è stato avvolto strettamente il nastro da pacchi. Risulta scoperto soltanto il braccio destro.

Aida Yespica e la saggezza (?) di Bondi


Due di picche di Aida Yespica al buon Berlusconi che le offriva un posto in Parlamento.
Possibile che solo Cossiga faccia un po' di ironia? «Silvio Berlusconi è anzitutto un grande impresario teatrale che crede che la bella apparenza conti anche elettoralmente: basta dare uno sguardo agli elementi femminili del suo gruppo. Si può parafrasare ciò che rispose Winston Churchill a chi gli faceva osservare che nella Camera dei Comuni sedevano molti imbecilli: "Non saremmo una democrazia rappresentativa se non fosse così, dato che nel Paese di imbecilli ce ne sono molti": e così si potrebbe dire "mutatis mutandis", della signora Yespica».
E nel frattempo il coordinatore nazionale di Forza italia, Sandro Bondi, promette liste pulite: «Chi ha procedimenti in corso non sarà candidato. La regola non vale per processi di chiara origine politica».
Ah, ecco...

Onore al mio vecchio Nokia. Si cambia!



Ho deciso, cambio il cellulare. Il mio glorioso Nokia 6310i ha alzato bandiera bianca dopo sette anni di onorato servizio. Ultimamente è esploso anche il tasto accendi/spegni e sto facendo incredibili equilibrismi con la batteria per scongiurarne una morte improvvisa e definitiva.
Consigli per gli acquisti?

N.B. Il budget è di 250 euro circa, non voglio straspendere (ci riuscirò?). La fotocamera mi interessa relativamente, 2 mega andrebbero più che bene. Vorrei Wi-Fi, Umts e Bluetooth.

mercoledì 20 febbraio 2008

Finisce nudo su un sito gay per vendetta


E' accaduto a uno studente reggiano che non ha fatto i conti con la gelosia del rivale in amore. Per mesi ha ricevuto le telefonate di spasimanti da tutta Italia. Ora chiede i danni.

Nuova grafica, cosa ne pensate?

Cosa pensate della nuova veste grafica?
Un amico mi ha giustamente fatto notare che lo sfondo nero rendeva faticosa la lettura del blog. La scelta stilistica iniziale era stata dettata dalla necessità di avere un sito pulito e al tempo stesso elegante. Da un po' di tempo però avevo voglia di cambiare la grafica di questa bacheca virtuale, che giorno dopo giorno cresce anche e soprattutto grazie al contributo dei suoi lettori.
Scatenatevi! Attendo i vostri commenti.

Ancora spari per farsi giustizia da sé

Un rapinatore è rimasto ucciso ed il suo complice gravemente ferito a Giugliano (Napoli) a seguito di un tentativo di rapina. La vittima, un agente di polizia penitenziaria fuori servizio, aveva appena prelevato tremila euro in banca e ha reagito esplodendo alcuni colpi di pistola.
I loro nomi sono su tutti i giornali, inutili ripeterli. Urge ripetere invece che senza giustizia, la gente si fa giustizia da sé.

lunedì 18 febbraio 2008

Gioielliere uccide due rapinatori

Giusto per rimanere in tema di giustizia, proprio oggi a Nicolosi (Catania) un gioielliere ha fatto fuoco contro tre rapinatori. Ne ha uccisi due, il terzo è invece stato ferito a una gamba.
Il gioielliere è già stato sentito dal pm Antonella Battera, che coordina le indagini.
Il sistema ha qualche falla. Non credete?

domenica 17 febbraio 2008

La gente non ha più fiducia nella giustizia

A Reggio una famiglia di imprenditori ha revocato per mancanza di fiducia nella giustizia la costituzione di parte civile nell'unico processo ancora in piedi per una brutale rapina in villa subita due anni e mezzo fa, al termine della quale la padrona di casa fu anche stuprata (da leggere il reportage di Chiara Beria Di Argentine a pagina 9 de La Stampa di oggi).
Ad Agrigento un uomo di 45 anni, nonostante avesse già violentato tre bambine, era libero per scadenza dei termini di custodia cautelare. Doveva semplicemente osservare l'obbligo di firma presso la stazione dei carabinieri e proprio lì si è presentato con una bambina di quattro anni che, una volta uscito, ha stuprato ripetutamente.
La mancanza di fiducia nelle istituzioni da parte della gente, da un capo all'altro del Paese, emerge in tutta la sua drammaticità proprio in campagna elettorale.
Come reagiranno le diverse forze politiche? Premesso che le promesse abbonderanno, la vera sfida per chi vincerà sarà mantenerle.

sabato 16 febbraio 2008

A scuola di giornalismo da Chiara Beria Di Argentine

Negli ultimi due giorni ho avuto modo di osservare da vicino uno dei migliori giornalisti d'Italia, Chiara Beria Di Argentine, attualmente inviato speciale de La Stampa.
Divina, è stato un privilegio.

venerdì 15 febbraio 2008

Usa: New York Times taglia cento giornalisti

Mentre l'edizione on line va a gonfie vele il calo delle vendite dell'edizione cartacea ha costretto la direzione del 'New York Times' a un duro ridimensionamento della redazione tagliando 100 giornalisti. I 1.332 reporter fanno del Nyt, considerata la più prestigiosa testata statunitense, la redazione più numerosa d'America, dove in media i quotidiani della stessa importanza utilizzano circa 900 giornalisti. I tagli saranno attuati con il blocco del turn-over non sostituendo i reporter che andranno in pensione o lasceranno in cambio di una buonuscita, ha spiegato il direttore Bill Keller. (Agi)

Andiamo bene! Non sono bei segnali...

Badoo e Meetic

Avete visto quanti reggiani sono registrati sul sito www.badoo.it? Il fenomeno è dilagante. Una conferma arriva anche dal boom di adesioni al sito www.meetic.it.
Cosa c'è dietro tutto questo? Una grande voglia di socializzare o una grande difficoltà? O forse tutte e due le cose?

giovedì 14 febbraio 2008

Sguardi contemporanei

Un uomo ammira una delle opere in mostra ad “ARCO”, l’esposizione spagnola di arte contemporanea a Madrid (Afp)

Ronaldo, carriera finita?

Povero Ronaldo, l'ennesimo infortunio. Nel recupero contro il Livorno (risultato finale 1-1) l'attaccante brasiliano ha riportato la rottura totale del tendine rotuleo del ginocchio sinistro. I tempi di recupero sono stati stimati tra i nove mesi e un anno.
Da (ex) giornalista sportivo e da tifoso dell'Inter mi dispiace moltissimo.
Tieni duro, Ronie!

(foto Ap da www.gazzetta.it)

mercoledì 13 febbraio 2008

Zingarate e realtà

Valentino Rossi restituisce 35 milioni di euro al fisco.
La Cei (i vescovi) se la prende con Moretti per la scena di sesso in "Caos calmo".
A Reggio un assessore si diverte a piazzare cessi in mezzo alle piazze (non erano meglio le nostre zingarate?).

Buongiorno a tutti.

lunedì 11 febbraio 2008

Pazzo mondo: niente rinnovo, uccide il capo

A Lodi un operaio albanese di 52 anni in regola col permesso di soggiorno ha ucciso il titolare dell'azienda di autotrasporti per cui aveva lavorato dopo una lite. Il motivo? Non gli era stato rinnovato il contratto di lavoro scaduto. Quando i carabinieri lo hanno fermato, aveva ancora in mano il grosso pugnale utilizzato per farsi giustizia.
Dove finiremo di questo passo? Siamo davvero così poveri da ammazzarci per il pane? Cari signori, la risposta è sì. Gli anni Ottanta sono finiti da un pezzo, e i risparmi accumulati negli anni del boom economico pure.
Prepariamoci a tirare la cinghia, mentre a Roma si dilettano a promettere tagli alle tasse che non vedremo mai.
Basta, vado a letto. Anche oggi ho visto abbastanza.

domenica 10 febbraio 2008

Visioni distorte della realtà


Veltroni (Pd): «Loro (Berlusconi & Co.) sempre gli stessi, noi il cambiamento».
Chi prende in giro chi?

sabato 9 febbraio 2008

Sterminò la famiglia. Libertà vigilata per Ferdinando Carretta


(foto www.valtaro.it)

PARMA - Concessa la libertà vigilata a Ferdinando Carretta, il parmigiano che nell'89 uccise padre, madre e fratello, ma fu assolto, dieci anni dopo, perché incapace di intendere e volere. Ne ha dato notizia La Gazzetta di Parma scrivendo che Carretta risiederà nella comunità riabilitativa di Barisano, alle porte di Forlì. Pochi gli obblighi che dovrà rispettare: dormire nel centro che l'ha accolto; non espatriare e cambiare residenza solo con il permesso dell'autorità giudiziaria. Per il resto potrà spostarsi per la città senza troppi problemi.

La libertà vigilata arriva dopo sette anni e mezzo di ospedale psichiatrico giudiziario e uno e mezzo di "licenza esperimento" nella comunità forlivese dove svolgeva mansioni di impiegato. Peso determinante nella concessione della libertà vigilata, la relazione della psichiatra che segue Ferdinando Carretta, oggi quarantacinquenne. Secondo la professionista, "la pericolosità dell'individuo non costituisce più un rischio sociale".

Sono trascorsi diciotto anni e mezzo da quel tragico 4 agosto 1989 quando Ferdinando, vinto dalla follia, uccise il padre Giuseppe, la madre e il fratello Nicola. Fu fermato casualmente dieci anni dopo, nel novembre '98, dopo che si era favoleggiato di presunte fughe dorate all'estero. Un bobby londinese ricordò che su un vecchio foglio di ricerche era scritto proprio il nome indicato nella carta d'identità che Carretta gli mostrò per un normale controllo. Agli investigatori di Parma, Ferdinando assicurò però di non sapere nulla dei suoi familiari, e l'inchiesta si arenò ancora una volta. Ma qualche settimana dopo, davanti alle telecamere di Chi l'ha visto?, Ferdinando confessò il triplice omicidio. Rientrato in Italia, Carretta venne arrestato e rinchiuso nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere dove attese il processo che lo giudicò incapace di intendere e volere.
In ospedale cominciò la sua "rinascita": terapie; corsi di restauro e sartoria; lezioni di informatica impartite in un istituto esterno al manicomio. E poi, nel giugno di due anni fa, la comunità Podere rosa di Barisano dove Carretta fu assunto e dove adesso potrà risiedere in libertà vigilata.
(9 febbraio 2008)

venerdì 8 febbraio 2008

La foto dell'anno

La fotografia di un soldato statunitense in un bunker afghano è il miglior scatto dell'anno. L'immagine, colta dal britannico Tim Hetherington per la rivista Vanity Fair, ha vinto la 51esima edizione del World Press Photo, uno dei più prestigiosi premi foto-giornalisti del mondo. Mostra lo «sfinimento di un uomo, e lo sfinimento di una nazione», ha spiegato la giuria nel fornire le motivazioni della sua scelta (Ap)

Verso le elezioni

CENTRODESTRA CON UN'UNICA LISTA ALLE PROSSIME ELEZIONI?
Berlusconi: «Non solo Fi e An, ma tutti coloro che ci saranno, il progetto è aperto anche all'Udc e agli altri partiti più piccoli. È il progetto del Popolo della Libertà». Lega e Udc però, per il momento, ne restano fuori.
Mossa vincente o errore fatale? Questo ennesimo cambio di rotta di Fini, riscopertosi fedele alleato dopo una furibonda litigata, gioverà ad An?
Per saperne di più:
Corriere.it
Repubblica.it
LaStampa.it
Tgcom.it

(foto da http://www.lastampa.it/)

giovedì 7 febbraio 2008

Tutto vero/11

Poveri "Elfi" di Frassinoro, devono tornare agli arresti domiciliari. Lo ha deciso il tribunale del Riesame.
L'avvocato: «Non sono spacciatori. Fanno parte di una piccola comunità, che vive in quasi totale isolamento, in armonia con la natura. Si nutrono di ciò che coltivano seguendo i principi dello yoga e dell'agricoltura biologica». Era biologico anche l'hascisc trovato dai carabinieri?

Gioia da filetto

"Ammazza quanto era buono il filetto di speck arrivato da Predazzo sul tavolo di Roger De Arras!"
(foto Reuters da www.corriere.it)

mercoledì 6 febbraio 2008

La nuova Lancia Delta



Ecco la nuova Lancia Delta. Cosa ne pensate? Personalmente, in attesa di conoscere il prezzo di vendita, muso aggressivo, posteriore ancora da decifrare, interni dignitosi.

Dieci domande per voi

1 - Perché negli Stati Uniti le banche hanno concesso prestiti a rischio senza porsi il benché minimo problema?
2 - Perché dobbiamo pagara noi (europei, piccoli risparmiatori) i loro errori e sopportare indici di borsa in costante ribasso?
3 - Chi vincerà le prossime elezioni in Italia?
4 - E negli Stati Uniti? Ci prepariamo al primo presidente nero?
5 - Avete visto le foto dei funerali di Rosa Berlusconi? Tutti schierati, petto in fuori, fedelissimi o YesMen?
6 - A quando una bella società immobiliare per investire i nostri risparmi nel mattone e toglierli dalla Borsa?
7 - Perchè a Reggio, con il centrosinistra in ginocchio, il centrodestra non riesce a trovare un candidato sindaco credibile che metta tutti d'accordo?
8 - Esiste un centrodestra a Reggio?
9 - A qualcuno interessa davvero se Di Pietro esce con la Sellerona Ela Weber?
10 - Cosa vi piace e cosa non vi piace di questo blog?

lunedì 4 febbraio 2008

Marini rimette il mandato. Si vota?


Alla fine il presidente incaricato ha gettato la spugna. Franco Marini ha preso atto che "è diffusa" la consapevolezza di "modificare la legge elettorale vigente" ma non esiste "una significativa maggioranza su una precisa ipotesi". Questo il motivo per cui ha rimesso il mandato nelle mani del presidente della Repubblica.

E adesso? Napolitano si deciderà a portarci tutti al voto o nominerà un nuovo presidente indaricato?
(foto da www.corriere.it)

sabato 2 febbraio 2008

I mutui strozzano le famiglie... E non solo

FAMIGLIE IN CRISI - Lo dicono i dati diffusi dal presidente del Tribunale di Reggio Emilia Roberto Piscopo
QUATTRO SEPARAZIONI AL GIORNO
Negli ultimi tre anni sancita la fine di 4.691 unioni
Palazzo di Giustizia assediato dalle pratiche civili e penali. I giudici riescono comunque a smaltire sempre più cause arretrate, ma la coperta è corta: manca un terzo del personale
http://www.linformazione.com/archivio/20080202/01_RE0202.pdf
Negli ultimi tre anni le cause pendenti sono diminuite sensibilmente, ma la strada è ancora molto lunga
TROPPO ARRETRATO, TRIBUNALE COL FIATONE
"Senza le cause più vecchie saremmo in grado di smaltire tutto il lavoro"
http://www.linformazione.com/archivio/20080202/13_RE0202.pdf

venerdì 1 febbraio 2008

Ufficio stampa in tribunale: aiuto o censura?

Il Tribunale di Roma ha nominato un "giornalista iscritto all'Albo nazionale", Giorgio Parnasi, come responsabile dell'ufficio stampa.
Lo so, la notizia è vecchia di qualche giorno, ma ho voluto pensarci un po' su prima di affrontare l'argomento. Frequento il Palazzo di Giustizia di Reggio tutti i giorni, e credo che accoglierei con diffidenza una novità di questo tipo. I rapporti radicati con carabinieri e polizia (e non solo) insegnano che un ufficio stampa agevola parecchio il lavoro del cronista, ma allo stesso tempo ne limita il campo d'azione. Il caro, sano, vecchio giro di cronaca, fatto ufficio per ufficio, regalerà sempre più soddisfazioni. Voi cosa ne pensate?