martedì 11 settembre 2007

Sopravvissuto

E' da poco passata la mezzanotte. Chi vi scrive è sopravvissuto al primo giorno di lavoro dopo due settimane di vacanza insieme alla donna con cui spera di trascorrere il resto della sua vita e ora si trova qui, monitor e tastiera, a riflettere sul fatto che oggi è l'11 settembre, per buona pace del nostro amico Cutwines chiamato a spegnere le candeline di un compleanno che negli Stati Uniti nessuno festeggerebbe (auguri!).
Volo a letto, stremato e stropicciato. Domani, ma sarebbe meglio dire oggi, voglio alzarmi presto. Ho promesso alla mia Dea della Pace (chi ha studiato greco, capirà) di riprendere a fare attività fisica con regolarità. Così, in attesa di inaugurare un inverno di tennis e squash con il mio amico Eddy (avremo davvero la costanza necessaria???), mi accontenterò di lunghe camminate mattutine prima di andare in redazione piuttosto che in tribunale. Olè.

Nessun commento: