mercoledì 12 settembre 2007

Delusioni azzurre

Italia-Resto del Mondo 2-2, ma guai a chi sostiene che sia un buon risultato.
Già, perchè oggi, perdendo rispettivamente contro Russia (2-3) e Germania (58-67), le nazionali maschili di pallavolo e pallacanestro hanno detto addio ai rispettivi Campionati Europei. Ma c'è di più: sotto rete il ko vale l'esclusione dal podio continentale per la prima volta dopo 20 anni, mentre il quintetto di Recalcati non potrà giocare le prossime Olimpiadi dopo lo splendido argento di Atene. Ho ancora davanti agli occhi le immagini di quella finale persa contro una stratosferica Argentina, e mi sarebbe piaciuto vedere gli azzurri difendere la medaglia a Pechino. Mi dispiace moltissimo anche per il mio amico Angelo Gigli, che vista la giovane età avrà comunque tutto il tempo per rifarsi.
I sorrisi di questa strana giornata tinta d'azzurro sono arrivati dalla nazionale di calcio, che ha vinto 2-1 in Ucraina al termine di una partita vietata ai cardiopatici che la rilancia nella corsa ai prossimi Europei, e dalla nazionale di rugby. Ai Mondiali, in Francia, la squadra di Berbizier ha sofferto le pene dell'inferno contro la Romania, che ha dimostrato di essere un avversario più ostico del previsto. E' finita 24-18, un risultato che tiene gli azzurri in corsa per il passaggio del turno. Prima di conquistare i quarti di finale, occorrerà però vincere le prossime due partite contro Portogallo e (soprattutto) Scozia.

Nessun commento: