domenica 30 settembre 2007

Whiskey e cinghiale

Quattro amici e un po' di whiskey, uoh!
Serata Renato Zero davanti al computer. Oggi non lavoro e posso dedicarmi al blog e alle mie cose, con in sottofondo le canzoni che tanto mi ricordano il pianobar della Capannina.

Già so che domani mattina dovrò salire al quarto piano della Procura per chiedere notizie dell'inchiesta aperta su un cacciatore impallinato per sbaglio dall'amico. Preso per un cinghiale e ucciso. Fine gloriosa. Nei suoi panni avrei preferito essere scambiato per un cinghiale da una donna. Prosit!

Confronti

Il primo tennis della stagione ha rappresentato l'occasione per annusare da vicino l'atmosfera dei mondiali under 16 a squadre in programma al Ct Reggio. Lasciando perdere il confronto impietoso tra il sottoscritto e il valido Teddy con questi ragazzini/e scatenati, resta negli occhi il desiderio di vincere di adolescenti che sognano una carriera da professionisti. In pochi taglieranno quel traguardo, ma vederli remare a tutta forza anche contro corrente riempie il cuore.

venerdì 28 settembre 2007

Mondi nuovi

Cristiano/i lascia commenti sul blog. Vecchi amici mi aprono le porte di Facebook (www.facebook.com), un mondo che non conoscevo. E' la multimedialità che avanza, il didionair che cresce.

Ne approfitto per fare i complimenti agli amici che negli ultimi giorni hanno superato anche l'orale dell'esame di Stato da giornalisti e a quanti, passando all'avvocatura, hanno appreso di aver superato lo scritto e ora sono già proiettati verso la seconda prova.

Ciao ragazzi, il tribunale attende.

mercoledì 26 settembre 2007

A testa alta

Tempo di intimidazioni e pressioni. Non tutti i coperchi sono fatti per essere sollevati, ma la soddisfazione e la libidine superano di gran lunga il peso dei problemi che sembrano affacciarsi all'orizzonte. Sono sereno. Ho fatto quello che dovevo fare. Sono un giornalista.
Amen

http://www.linformazione.com/archivio/20070923/03_RE2309.pdf
http://www.linformazione.com/archivio/20070925/12_RE2509.pdf

domenica 23 settembre 2007

Happy Birthday!


Buon compleanno,amore!


"In fatto d'amore, il troppo è ancora troppo poco".
Pierre-Augustin Caron De Beaumarchais (1732-1799), commediografo francese

venerdì 21 settembre 2007

Amicizia

Questo blog è nato per i suoi lettori. Tra loro spero anche ci sia un caro amico che da tempo non si fa sentire. Non solo con me, ma anche con il resto della "famiglia". Nessun litigio, niente di niente. Ma tanti impegni (chi non ne ha?), nuovi orizzonti che l'hanno allontanato da chi davvero gli vuole bene.
Vedete, accetto tutto. Siamo (parlo al plurale, sono sicuro che nessuno della banda si offenderà) incostanti, imprecisi, narcisi. Abbiamo tutti i difetti che possono venirmi e venirvi in mente, ma siamo pronti a tutto l'uno per l'altro. Siamo come fratelli. Magari non ci si vede per settimane, ma basta un colpo di tosse per sentirsi offrire una mentina. Scuotere una siepe per vederne uscire crocerossini.
Qualcuno potrà obiettare che per non sentirsi bisogna essere in due. Vero. Verissimo. Ma a volte basta annusare l'aria per capire che non è il momento. Che a monte c'è una decisione più o meno consapevole.
Un messaggio deve arrivare forte e chiaro. Abbiamo le tasche piene di mentine. Lo sai. Lo sappiamo tutti.

Tutto vero/3

Un improbabile Arsenio Lupin sorpreso di notte, all'interno di un negozio, con tutti gli arnesi da scasso di questo mondo, guanti, tre torce e uno zaino formato famiglia: "Non ho una casa. Cercavo solo un posto per dormire". Il giudice lo ha accontentato, prenotandogli una suite... al fresco.

mercoledì 19 settembre 2007

I cavalieri della forma rotonda

Brindiano ai primi commenti apparsi sul blog. Il primato è andato al nobile Roger De Arras, cavaliere della forma rotonda, adepto della Madonna del Puzzone, benefattore dei casari di Moena, Legaledo e Advadidi. Prosit!

martedì 18 settembre 2007

Più disgraziati che poveri

È ripresa a tutti gli effetti l’attività forense... Alleluia!!! Ad alleviare la vita di un povero cronista di provincia ha pensato questa mattina un amico carabiniere e laziale, nel senso di tifoso della Lazio. Mi è toccato consolarlo per lo scialbo pareggio a reti inviolate contro l’Empoli in un Olimpico semideserto. Già, il dio pallone regna anche in tribunale.
Ok, ve la dico tutta. L’ho fatto perdere in chiacchiere per dare modo al fotografo del giornale di immortalare un paio di pezzi da novanta in gabbia (a dire la verità, tre poveri disgraziati... più disgraziati che poveri). Che il giudice ci perdoni.
Olé!

domenica 16 settembre 2007

Idee vincenti

È un pomeriggio caldo nella Bassa reggiana. Il ventilatore acceso mi ricorda tanto l’estate trascorsa in città a lavorare, col pensiero alle ferie che non arrivano mai e agli amici sparsi in giro per i cinque continenti. Forse avrei dovuto sfruttare il weekend per godermi l’ultimo mare del Forte, ma alla fine hanno vinto la pigrizia e la voglia di coccolarsi un po’.

Tante idee hanno voglia di uscire dal cassetto che aprirò poco alla volta nelle prossime settimane. Cerco una svolta. Chi non lo fa? Domanda retorica direte voi, e invece no. Perché c’è chi crede in una sedia e in una sterile percezione di comando a tal punto da cercare di annullare la vita degli altri invece di arricchire la propria. Rubare significati per riempire spazi altrimenti vuoti.

Chi mi conosce sa che sono da sempre un ascoltatore di Radio Deejay (http://www.deejay.it/), un amante (platonico) di Fabio Volo e Platinette con un debole per Linus e Nicola. Apprendo con estremo piacere che un mio conterraneo, Cristiano Cristiani, è diventato una presenza fissa nella trasmissione della brava Laura Antonini. La chiave di volta è stato proprio il suo blog (http://celodicehillman.blogspot.com/) notato e apprezzato da Laura a tal punto da chiedere al suo autore di entrare a far parte della redazione di una striscia in onda ogni sabato dalle 7 alle 10. Bravo. Bravi.

Blog notes

Devo ammetterlo: l'esperienza del blog mi sta conquistando. Ok, l'avventura è appena cominciata ma le premesse - lasciatemelo dire - non sono niente male.
"L'uomo che non coltiva l'abitudine di pensare perde il più grande piacere della vita".
[Thomas Edison (1847-1931), inventore americano]

sabato 15 settembre 2007

Tutto vero/2

Perle dal tribunale di Reggio.

Rapinatore seriale di prostitute al giudice: "Dotto', avevo voglia di compagnia ma quella ragazza voleva troppi soldi. Mi ha fatto innervosire, così l'ho rapinata".

venerdì 14 settembre 2007

Tutto vero

Perle dal tribunale di Reggio. Una rubrica? Forse lo diventerà... Non dipende certo da me!

Piante di marijuana alte fino a un metro e ottanta sul balcone di casa e il candore di ammettere: “Signor giudice, non me la fumo tutta io... Ogni tanto la vendo". Bella forza!

mercoledì 12 settembre 2007

Delusioni azzurre

Italia-Resto del Mondo 2-2, ma guai a chi sostiene che sia un buon risultato.
Già, perchè oggi, perdendo rispettivamente contro Russia (2-3) e Germania (58-67), le nazionali maschili di pallavolo e pallacanestro hanno detto addio ai rispettivi Campionati Europei. Ma c'è di più: sotto rete il ko vale l'esclusione dal podio continentale per la prima volta dopo 20 anni, mentre il quintetto di Recalcati non potrà giocare le prossime Olimpiadi dopo lo splendido argento di Atene. Ho ancora davanti agli occhi le immagini di quella finale persa contro una stratosferica Argentina, e mi sarebbe piaciuto vedere gli azzurri difendere la medaglia a Pechino. Mi dispiace moltissimo anche per il mio amico Angelo Gigli, che vista la giovane età avrà comunque tutto il tempo per rifarsi.
I sorrisi di questa strana giornata tinta d'azzurro sono arrivati dalla nazionale di calcio, che ha vinto 2-1 in Ucraina al termine di una partita vietata ai cardiopatici che la rilancia nella corsa ai prossimi Europei, e dalla nazionale di rugby. Ai Mondiali, in Francia, la squadra di Berbizier ha sofferto le pene dell'inferno contro la Romania, che ha dimostrato di essere un avversario più ostico del previsto. E' finita 24-18, un risultato che tiene gli azzurri in corsa per il passaggio del turno. Prima di conquistare i quarti di finale, occorrerà però vincere le prossime due partite contro Portogallo e (soprattutto) Scozia.

Ore piccole

Rieccoci, ancora una volta a un passo dallo svenire sotto le lenzuola. Ho fatto le ore piccole a casa di Eddy insieme a Chicco e Andrea. Cenetta tranquilla (ragù super), due buone bottiglie di vino e, invece del classico pokerino che annuncia la stagione invernale, una divertente partita a golf con la XBox. Ma sì, alzi la mano chi non si diverte ancora come un cretino davanti a un videogame con gli amici.
E' stata una giornata di riflessioni importanti. Tutto è iniziato dalla telefonata che ho fatto, dopo anni di silenzio, a una compagna di liceo ora mamma di uno splendido bambino. Bene, voglio addormentarmi col pensiero che un giorno, che spero davvero non lontano, la tranquillità della reggia di via Aristotele possa essere sconvolta dall'arrivo di un principino. La regina, lo so per certo, ne sarebbe entusiasta.
'Notte ragazzi, rileggetelo voi questo post. Io non ne ho le forze.

martedì 11 settembre 2007

Sopravvissuto

E' da poco passata la mezzanotte. Chi vi scrive è sopravvissuto al primo giorno di lavoro dopo due settimane di vacanza insieme alla donna con cui spera di trascorrere il resto della sua vita e ora si trova qui, monitor e tastiera, a riflettere sul fatto che oggi è l'11 settembre, per buona pace del nostro amico Cutwines chiamato a spegnere le candeline di un compleanno che negli Stati Uniti nessuno festeggerebbe (auguri!).
Volo a letto, stremato e stropicciato. Domani, ma sarebbe meglio dire oggi, voglio alzarmi presto. Ho promesso alla mia Dea della Pace (chi ha studiato greco, capirà) di riprendere a fare attività fisica con regolarità. Così, in attesa di inaugurare un inverno di tennis e squash con il mio amico Eddy (avremo davvero la costanza necessaria???), mi accontenterò di lunghe camminate mattutine prima di andare in redazione piuttosto che in tribunale. Olè.

lunedì 10 settembre 2007

La festa è finita...

Eccomi, ancora drammaticamente assonnato mentre provo a scaraventarmi sotto la doccia. Le ferie sono finite. La tana di Predazzo, le alte cime e i doverosi pit stop in sauna all'Ancora sono un (per niente) lontano ricordo. Che fare? Nulla. Semplicemente infilarsi camicia e pantaloni e tornare al lavoro. Oggi si ricomincia dopo quindici giorni di BENESSERE.

domenica 9 settembre 2007

Finalmente

Ciao a tutti!
Questa sera, 9 settembre 2007, ho realizzato un desiderio che covavo da tempo: aprire un blog. Sono un incostante, e sarà una sfida tenerlo aggiornato per cercare di mettere ordine laddove non ce n'è. Pensieri, esperienze, ricordi e riflessioni colorano la nostra vita più di quanto possiamo immaginare. Bene, spero di aver trovato la mia tavolozza. La tela è linda. Non resta che dipingere...